#Terremoto: Appello per i volontari

logo brigateCare compagne e cari compagni,
come sapete a seguito del devastante sisma che ha colpito i territori di Lazio e Marche si sono attivate nel territorio colpito dal terremoto le Brigate di Solidarietà Attiva, all’interno delle quali tante compagne e tanti compagni dei GC stanno adoperandosi non solo per permettere la distribuzione di cibo e beni alle popolazioni locali, ma soprattutto per tutelare i principi della democrazia e dell’auto-organizzazione all’interno dei campi allestiti per accogliere gli sfollati.
Il bilancio della prima settimana di intervento nei luoghi del terremoto delle BSA è certamente positivo. La nostra presenza in due campi, ad Amatrice per il versante laziale e ad Acquasanta Terme per quello marchigiano, va considerata come un primo ottimo risultato raggiunto, ma anche come la base dalla quale poter crescere allargando il raggio d’azione del nostro intervento di solidarietà sul territorio. Come vi sarà chiaro, per fare questo occorre la presenza attiva di compagne e compagni nelle zone terremotate, che vadano ad affiancarsi a coloro che sono già presenti nell’area poiché residenti all’interno di essa o nelle immediate vicinanze.
Per questo motivo rivolgo un appello a tutte le giovani comuniste ed a tutti i giovani comunisti che ne abbiano la possibilità, affinché si attivino per comunicare la loro disponibilità ad operare come volontari nei territori colpiti dal sisma. Per fare ciò occorrre inviare una e-mail (nella quale va specificata la propria militanza nei GC) all’indirizzo volontaribsa@gmail.com, unico canale di riferimento attraverso il quale viene effettuato il censimento dei volontari e la loro organizzazione in turni, la cui lunghezza minima è di 4 giorni.
Un abbraccio a tutte/i ed alla lotta!
Andrea Ferroni -Portavoce nazionale Giovani Comuniste/i
Matteo Cicconi – Coordinamento Nazionale Giovani Comuniste/i
Annunci

#Terremoto Centro-Italia. Istruzioni per la solidarietà attiva

logo brigateCare Compagne e Cari Compagni,
in seguito al terremoto del centro Italia e all’attuale necessità di sostegno attivo, in queste ore alcuni nostri compagni sono nelle zone interessate per avere un quadro più preciso della situazione così da capire in che modo il supporto della nostra Organizzazione possa essere il più concreto e funzionale possibile.
Intanto, è importante organizzare dai territori le raccolte di beni di prima necessità con banchi alimentari davanti ai supermercati. Queste raccolte vanno proseguite fino a domenica. 
In particolare, la lista dei beni necessari ad ora è la seguente:
  • Pasta
  • scatolame
  • conserve
  • acqua
  • latte in polvere
  • omogeneizzati
  • posate e bicchieri di plastica
  • rotoli di carta
  • carta igienica
  • Torce
  • batterie
  • pannolini
  • assorbenti
  • garze e cerotti
  • sapone
  • bagno schiuma
  • shampoo
  • spazzolini
  • dentifrici
  • salviette
  • coperte
Vi consigliamo, qualora possibile, di stipare quanto raccolto nelle vostre federazioni, dividendo già il materiale in scatole diverse segnalandone il contenuto all’esterno così da agevolare la consegna finale.
In allegato troverete il volantino nazionale, a cui aggiungere un contatto territoriale e da usare come supporto cartaceo e sui vari canali social. Vi chiediamo di comunicarci quanto prima le date e i luoghi di raccolta, con il recapito di un referente, ai seguenti contatti (andrea.ferroni@hotmail.it) così da redigere una mappatura generale a cui verrà data anche risonanza nazionale sui vari canali di comunicazione.
Vi chiediamo di non partire senza una prima comunicazione al referente nazionale per il coordinamento generale, così da evitare disguidi. 
 
Per l’Umbria verrà utilizzata la sede regionale del partito a Perugia (referente Oscar Monaco 3496437714), per il Lazio verrà utilizzata la sede di Rieti (referente Lucia Allegra 3296446746). Nelle prossime ore per quanto riguarda le Marche avremo indicazioni più precise.
Fino a quando non si valuterà la necessità effettiva di un nostro intervento attivo e prolungato sul campo, sconsigliamo vivamente a tutti e tutte di partire in modo isolato, perchè non aiuta e rende inefficace il soccorso attualmente in atto. Concentriamo quindi la nostra azione politica di militanza nei banchi di raccolta.
 
Il referente nazionale
Andrea Ferroni
3423629221

Il grande successo di #stopttip e #millionmarijuanamarch

Ieri a Roma eravamo tantissimi per la manifestazione contro il TTIP, il trattato di libero commercio tra Unione Europea e Stati Uniti, e per la legalizzazione della marijuana.

Abbiamo deciso di costruire il nostro spezzone a cavallo tra i due cortei, perché entrambe le lotte fanno parte della nostra identità politica.

La lotta contro il TTIP è la lotta per la qualità dei prodotti e la difesa dei nostri standard di qualità contro lo strapotere delle multinazionali che considerano i controlli e la salute pubblica un ostacolo al libero commercio.

La lotta per la legalizzazione della marijuana è la lotta per togliere alla mafia una delle sue più proficue fonti di reddito, considerando anche che il suo utilizzo non comporta danni maggiori di quello di altre sostanze perfettamente legali e che invece può avere anche effetti benefici sulla salute.

Il risultato è stato decisamente oltre le aspettative, con centinaia di giovani che si sono aggregati dietro il nostro furgone e alle nostre parole d’ordine.

Questo è solo l’inizio, una nuova generazione si affaccia alla società e vuole prendere in mano il suo destino.

#Giovanicomunisti. Parte il tesseramento 2016!

Parte la campagna di tesseramento ai Giovani Comunisti per l’anno 2016, rilancio e radicamento sono le parole d’ordine: la nuova tessera per la nostra organizzazione giovanile condensa il significato della proposta politica, concentrata sulla difesa del lavoro e dei diritti, in una grafica che mette al centro l’elemento metropolitani sul quale si evidenziano le sagome delle vecchie e nuove forme di lavoro, da quello operaio a quello cognitivo, accanto all’immagine della luna che fa da sfondo si legge la scritta “VOGLIAMO LA LUNA” un tributo al grande dirigente comunista Pietro Ingrao, mentre sul retro della tessera la prospettiva viene ribaltata e sullo sfondo della città vista dalla luna si staglia il simbolo storico della lotte del movimento operaio, la falce e martello.
Il 2016 può e deve essere l’anno del rilancio delle lotte per un altro mondo possibile, per questo le giovani e giovani comunisti di Rifondazione saranno impegnati in prima linea a sostenere i comitati referandari contro la deforma della Costituzione voluta da Renzi, un atto di vile arroganza che intende compoletare la distruzione della carta costituzionale democratica e repubblicana nata dalla Resistenza antifascista. La furia ideologica neoliberista che guida l’azione di un governo che piega le istituzioni democratiche al ruolo di proconsoli della banche e della finanza speculativa va fermata e noi faremo fino in fondo la nostra parte.
Riteniamo che il primo atto rivoluzionario per un comunista sia l’adesione al progetto politico di trasformazione della società in senso democratico e socialista, per questo iscriversi ai Giovani Comunisti è importante per tutti i giovani lavoratori, studenti e precari che non si accontentano di sopravvivere allo sfruttamento e alla barbarie imposte dal capitalismo e dal patriarcato, ma cercano una prospettiva concreta per lottare insieme.
Orgogliose e orgogliosi di far parte di questa comunità, al lavoro e alla lotta!

Andrea Ferroni – Portavoce Nazionale Giovani Comunisti
Claudia Candeloro – Portavoce Nazionale Giovani Comunisti