#IovotoNO 8 ragioni per dire NO alla Riforma della #Costituzione

Sul referendum costituzionale si stanno spendendo fiumi di parole, la maggior parte delle quali frutto di un’oscena propaganda governativa che vede la Costituzione come un ostacolo a leggi meravigliose che farebbero il bene del Paese. La realtà è che quelle meravigliose leggi non vengono approvate perché vi è la volontà politica di lasciarle arenate in Parlamento e che la modifica alla Costituzione è solo funzionale alla creazione di un sistema in cui vi è un uomo solo al comando.

Noi diciamo NO perché abbiamo in mente un’altra Italia, che applichi la Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza, tra le più giovani Costituzioni del mondo, che garantisce il diritto al lavoro, allo studio, alla salute, tutela l’ambiente e la cultura.

Noi diciamo NO e abbiamo approntato un opuscolo per spiegare in breve alcune delle nostre ragioni. E’ disponibile anche in versione PDF per agevolare la stampa e la diffusione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

#Megliolalip Al via la campagna a Como

volantino-scuola

Inizia oggi  ufficialmente la nostra campagna a sostegno della Legge di Iniziativa Popolare sulla scuola. Una legge frutto della collaborazione fruttuosa tra quei soggetti che la scuola la vivono ogni giorno (studenti, personale docente e amministrativo). Una legge che vogliamo far approdare in Parlamento forte del consenso dei cittadini, perché la scuola intesa come luogo di formazione – e non come azienda – torni al centro della vita politica del Paese.

 

La Costituzione è giovane e bella

333944706_f4ffa59537_o

Le/I Giovani Comuniste/i di Como aderiscono al coordinamento comasco democrazia costituzionale, per il NO al referendum. Ci opponiamo all’idea che per aumentare l’efficienza delle istituzioni sia necessario minare la democrazia. Le scelte del Governo Renzi non hanno nulla di diverso da quanto espresso da Calderoli contro cui ci mobilitammo nel 2006 vincendo il referendum. Oggi come dieci anni fa “la Costituzione è giovane e bella”.